Tenuta Gorghi Tondi supporta Plastic Free onlus

Lo abbiamo presentato nella sua nuova veste grafica “plastic free” alla 56a edizione di Vinitaly, ma il nostro Babbìo bianco è rimasto il vino frizzante biologico da uve autoctone siciliane preferito da tantissimi nostri estimatori, perfetto per il miglior abbinamento di sempre, quello con il mare!

E proprio per tutelare uno degli ambienti naturali più cari e rappresentativi di Tenuta Gorghi Tondi, e sensibilizzare i tanti fan del rappresentante più ricercato della collezione Maioliche al rispetto dell’ambiente circostante abbiamo pensato di unirci a Plastic Free, la onlus che in tutta Italia organizza innumerevoli attività di sensibilizzazione e di contrasto all’inquinamento da plastica, in particolare sotto forma di “clean up”, per ripulire spiagge, litorali e altre località ed educare al rispetto di ciò che ci circonda.

Scoprite sul sito istituzionale dell’associazione i tanti Partner & Supporter e, soprattutto, gli innumerevoli eventi in giro per l’Italia qui.

Guardate il Reel, realizzato da Diacomm, dove abbiamo voluto rendere omaggio alla Sicilia dei borghi marinari con delle riprese aeree e non solo alla spiaggia e al litorale di Torretta Granitola, a Campobello di Mazara, località situata a pochi minuti dalla cantina e dai vigneti della tenuta.


Tenuta Gorghi Tondi alla 56ª edizione di Vinitaly porta il Mediterraneo

Annamaria e Clara Sala, quarta generazione al femminile alla guida della tenuta di famiglia, portano all’edizione 2024 un nuovo stand con i colori del Mar Mediterraneo, una nuova etichetta e il restyling di un grande classico ad alto tasso sostenibilità.

Questo 2024 sarà un anno dedicato all’eleganza e alla sostenibilità per l’azienda di Mazara del Vallo.

All’edizione di Vinitaly appena conclusa, le sorelle Sala hanno presentato un nuovo stand che abbraccia i colori della natura circostante e, in particolare, il blu del Mare Nostrum, ispirato all’acqua, elemento intrinsecamente legato alla tenuta e all’ambiente che circonda i vigneti. Da una parte, c’è il Mediterraneo con il suo moto perpetuo di onde, riprodotte dai giochi di luce e ombra dei lunghi cilindri, elemento strutturale scelto a fare da sfondo allo spazio aziendale, realizzati in materiale riciclabile. Dall’altra parte, ci sono i laghetti di origine carsica, i cosiddetti “gorghi tondi”, che danno il nome all’azienda situata all’interno dell’omonima oasi naturalistica del WWF, “Lago Preola e Gorghi Tondi”. Ad esaltare il blu prevalente dello stand, in contrapposizione, è stato utilizzato il pattern di maioliche presente su diversi materiali aziendali dal 2021, che riprende i colori classici della Sicilia, giallo e rosso, usati per il pavimento e la parete laterale. Il nuovissimo stand è stato progettato dall’agenzia creativa pugliese  IDEM Design.

Anche in questa nuova veste grafica non sono mancate le mongolfiere, elemento particolarmente caro alla comunicazione visiva di Gorghi Tondi, presenti sull’etichetta dei nostri vini dedicati al 12° meridiano, che passa letteralmente all’interno della proprietà, e con un significato più profondo di quello meramente decorativo. Le mongolfiere sono simbolo di leggerezza, viaggio, lentezza nel suo significato di “slow living”, concetti da sempre presenti nella visione aziendale. Rappresentano, inoltre, la visione d’insieme, grazie alla vista che regalano dall’alto e, non da ultimo, comunicano un’idea di sostenibilità data dalla vocazione eco-friendly di questo peculiare ed evocativo mezzo di locomozione.

Parlando di novità in fiera, l’azienda ha presentato al Vinitaly una novità assoluta e il restyling di una delle etichette più note e instagrammabili di sempre, il Babbìo bianco.

La prima novità è il primo spumante metodo classico prodotto in azienda: un rosato da singola vigna e da singola vendemmia, prodotto da uve Pinot nero, affinato 36 mesi sui lieviti. È un vino che segue la scia di curiosità e sperimentazione intrapresa da Gorghi Tondi già da qualche anno e che, ancora una volta, racconta della versatilità e delle inesauribili sorprese della “viticoltura del mare” e di un angolo estremo di Sicilia, la campagna mazarese, capace di esaltare eleganza e territorialità, anche con un vitigno tanto nobile come il Pinto nero.

Come per lo Ziller47, il progetto del metodo classico porta il nome di Michele Sala, che qualche anno prima aveva lanciato la sfida a Tonino Guzzo, enologo storico della tenuta, per vinificare la varietà a bacca nera più complicata al mondo, croce e delizia di tanti agronomi ed enologi. Quel desiderio oggi è finalmente in bottiglia con il primo spumante metodo classico prodotto nella tenuta di famiglia, dal carattere fortemente mediterraneo. L’annata presentata in anteprima all’edizione 2024 di Vinitaly è stata il millesimo 2020.

La base di Pinot nero è ottenuta da una vendemmia effettuata nei primi giorni di agosto, per preservare la freschezza e la componente aromatica delle uve, coltivate a circa 1 km di distanza dal mare. Il vino base viene affinato in parte (circa il 35%) in barrique nuove di rovere francese, mentre la restante parte affina in acciaio. Dopo 9 mesi, si procede all’assemblaggio delle due masse e alla presa di spuma in bottiglia. Il vino affina poi sui propri lieviti per 36 mesi prima della sboccatura, e non subisce alcun dosaggio. In etichetta riporta, infatti, la dicitura Brut nature, equivalente al Pas dosé dei cugini francesi e al Dosaggio zero, per dirla all’italiana.

La seconda novità è un Babbìo bianco rinnovato nel packaging. Il nostro vino frizzante ottenuto da un blend di uve autoctone (Grillo, Zibibbo e Damaschino), lanciato per la prima volta sul mercato nel 2017, mantiene alla vista la classica grafica maiolicata, ma prendendo in mano la bottiglia ci si rende conto che la differenza è sostanziale al tatto. Fronte e retro-etichetta sono state, infatti, serigrafate sulla bottiglia, rendendo il contenitore completamente privo di plastica.

Prendendo alla lettera questa volontà di eliminare la plastica, si è pensato di coinvolgere in questo progetto all’insegna della sostenibilità e della sensibilizzazione la Onlus che più di altre ha fatto negli ultimi anni per smuovere le coscienze alla dispersione e all’abbandono insensato di plastica nell’ambiente, PlasticFree. L’associazione è molto attiva su tutto il territorio nazionale con diverse iniziative per ripulire l’ambente e il mare dai rifiuti plastici, ed è sembrato il modo migliore per far veicolare un messaggio così importante a un vino che, più di altri, riesce ad abbracciare un pubblico trasversale, che comprende dai Millenials alla generazione dei Boomers. Perché anche attraverso il vino è possibile sensibilizzare su un argomento, quello dell’inquinamento da plastica, che tocca tutti noi. Sulla “retro” del nuovo Babbìo campeggia anche il logo “Friends of PlasticFree” che identifica Tenuta Gorghi Tondi come partner della onlus.

Tenuta Gorghi Tondi è stata presente al Vinitaly, dal 14 al 17 aprile 2024, al Padiglione 2 Sicilia, presso lo stand 31 D.


Allerta spoiler: grandi novità al Vinitaly 2024 – parte 3

Ed eccovi finalmente svelato il partner che ha ispirato la nuova veste del nostro vino “da bere col sorriso”. È il nostro Babbìo bianco, il vino frizzante di Tenuta Gorghi Tondi che si presenterà alla 56a edizione di Vinitaly con un packaging rinnovato. Il peso della bottiglia e la grafica maiolicata sono rimaste pressoché immutate alla vista, ma al tatto ci si rende conto che la differenza è sostanziale. Fronte e retro-etichetta sono state serigrafate, così come la capsula, rendendo il contenitore completamente privo di plastica.

Prendendo alla lettera questa volontà di eliminare la plastica dalla bottiglia, abbiamo pensato di coinvolgere in questo progetto di restyling l’associazione che più di altre ha fatto, negli ultimi anni, per smuovere le coscienze alla dispersione e all’abbandono insensato di plastica nell’ambiente. Si tratta di Plastic Free Odv Onlus, molto attiva su tutto il territorio nazionale con diverse iniziative per ripulire l’ambiente e il mare dai rifiuti plastici. Nata come realtà digitale nel 2019, ha raggiunto in pochissimi anni milioni di utenti e oggi, con più di 1.000 referenti in tutt’Italia, è la più importante e concreta associazione a operare su questa tematica.

Il Babbìo, quindi, dal nome e dall’aspetto scanzonato e leggero, diventa ambasciatore di un messaggio importante. È un’etichetta capace di abbracciare un pubblico trasversale, dai Millenials alla generazione dei Boomers. Ed è proprio questo il suo punto di forza: sensibilizzare il pubblico e i wine lover, attraverso il vino, a un argomento che tocca tutti noi come l’inquinamento da plastica.

Sulla “retro” del nuovo Babbìo campeggia il logo “Friends of PlasticFree” che ci identifica come partner della onlus per l’anno in corso.

Questa edizione di Vinitaly, in programma dal 14 al 17 aprile a Verona, sarà quindi all’insegna della sostenibilità e dell’eleganza, simboleggiata dal nuovissimo spumante metodo classico rosé di Tenuta Gorghi Tondi, prodotto da uno dei vitigni più nobili e antichi al mondo, il Pinot nero, per celebrare la straordinaria pluralità vitivinicola della Sicilia. Appuntamento a domenica, 14 aprile, alle ore 15:00, nel nuovissimo stand aziendale, all’interno del Padiglione Sicilia, per scoprire la grafica e per degustarlo in anteprima.

Ad accogliere i visitatori, ci sarà uno stand completamente rinnovato per l’occasione in stile “Gorghi Tondi”, dove poter fare un tuffo nel Mediterraneo e nelle bellezze dell’isola.

Non mancheranno, poi, le nuove annate in degustazione di tutti i nostri vini; dai SIGNATURE, Kheirè Grillo Riserva, Rajàh Zibibbo e SorelleSala Rosso Riserva, passando per le linee Maioliche e Vini del Buonumore, dagli spumanti Palmarès, da metodo Charmat, alla linea Territoriali, senza tralasciare i nostri gioielli a base Grillo, Ziller47, vino in stile ossidativo di ispirazione pre-british e l’imprescindibile Grillodoro, unico muffato da vendemmia tardiva prodotto in Sicilia.

Trovate le anticipazione su tutte le novità del Vinitaly nel Comunicato stampa da scaricare qui.

Vi aspettiamo al Padiglione 2, stand 31 D.


Alla scoperta delle nuove degustazioni di Tenuta Gorghi Tondi


Allerta spoiler: grandi novità al Vinitaly 2024 – parte 2


Allerta spoiler: grandi novità al Vinitaly 2024 – parte 1

Abbiamo in serbo grandi novità per la prossima edizione di Vinitaly, che vedrà il “dream team” di Tenuta Gorghi Tondi impegnato a Verona, dal 14 al 17 aprile prossimo.

Sarà l’occasione perfetta per venire a scoprire gli ultimi progetti dell’azienda, che verranno svelati a partire da domenica, 14 aprile, dalle nostre Annamaria e Clara e da “due padrini” d’eccezione, direttamente presso il nuovissimo stand presso il Padiglione 2 Sicilia, postazione D31.

Non vediamo l’ora di raccontarvi uno dei nostri progetti più emozionali e che ci stanno a cuore. Nell’attesa, date un’occhiata ai nostri canali social, Facebook, Instagram e Tik Tok, dove abbiamo appena lanciato un Reel che accenna proprio al nuovo vino prodotto nella tenuta di famiglia…

Il lancio ufficiale avverrà il primissimo giorno di manifestazione alle ore 15:00 al nostro stand aziendale.

Vi aspettiamo!


Le nuove norme sull’etichettatura dei vini

L’8 marzo scorso è entrato in vigore l’obbligo di includere sull’etichetta del vino i valori nutrizionali e gli ingredienti utilizzati. Una vera e propria “prima volta” per i consumatori che potranno avere accesso, d’ora in avanti, a tali informazioni nel contesto dell’etichettatura di alimenti e bevande.

Tale modifica deriva dall’applicazione del Regolamento (UE) 2021/2117 della Commissione Europea che introduce delle modifiche alle regole di etichettatura del settore vinicolo. Un approccio finalizzato a garantire la trasparenza delle informazioni fornite ai consumatori, chiare e non fuorvianti, per consentire scelte di acquisto più consapevoli.

Uno studio condotto da Wine Intelligence, commissionato da Assoenologi in dieci paesi europei, ha rilevato l’incertezza di chi acquista vino riguardo agli ingredienti e agli additivi presenti in bottiglia.

I risultati indicano una mancanza di informazioni sulla produzione e la composizione dei vini, e una chiarezza insufficiente per il consumatore degli elementi forniti per giustificare l’uso di tali additivi.

Una maggiore trasparenza potrebbe contribuire a superare le riserve o la percezione talvolta negativa dei consumatori. Dallo studio è emerso, inoltre, che un elenco breve di ingredienti è da preferire a uno lungo, poiché quest’ultimo potrebbe essere associato a una qualità del vino inferiore.

Assoenologi, da parte sua, ha sottolineato l’importanza di fornire una spiegazione completa e imparziale sull’origine e sull’utilizzo degli ingredienti durante la vinificazione, vista la conoscenza limitata dei consumatori in materia di vino (del resto il “caso Report” insegna!).

Contemporaneamente, i professionisti del settore europeo hanno sviluppato una piattaforma digitale per permettere ai consumatori di accedere alle etichette elettroniche tramite un QR code. È già un primo passo in avanti, ed è auspicabile fornire ulteriori informazioni sull’origine, il ruolo e la sicurezza degli additivi per supportare l’utilizzo di questo strumento.

Tenuta Gorghi Tondi, dal canto suo, ha implementato l’utilizzo della cosiddetta e-label, scegliendo il software di IMERO che, dalla nuovissima annata 2023 in uscita in questi mesi, permette di elencare le informazioni rese obbligatorie dalla normativa europea e a fornire ai propri consumatori un’etichetta dei vini chiara, trasparente e completa.


Tenuta Gorghi Tondi ospita il 15° Blind Blogger Tasting

È stato il baglio di famiglia e i suoi incantevoli dintorni, incastonato tra l’omonima oasi del WWF, Lago Preola e Gorghi Tondi, e la costa mediterranea, ad accogliere il 15° Blind Blogger Tasting, lo scorso 21 e 22 ottobre, una competizione nazionale in cui wine lover professionisti e amatoriali assaggiano rigorosamente “alla cieca” vini da vitigni autoctoni provenienti da diverse regioni d’Italia.

Un mese di ottobre particolarmente estivo ha accolto i 16 partecipanti che, per guadagnarsi un posto in questo ristretto panel di degustazione, hanno dovuto superare l’ormai proverbiale contest creato ad hoc dai due storici organizzatori dell’evento, il sommelier ed enotecario Fabio Gobbi e il sommelier Francesco Bonomi.

Per questa edizione le regole erano semplici: presentare un video di 15 secondi (!) sul proprio profilo Instagram scegliendo e mostrando un vino rosso che, secondo il parere dei partecipanti, potesse essere definito “estivo”, citando obbligatoriamente nel video realizzato le parole “rosso estivo” e “blind blogger tasting” e i termini bonus “gatto”, “ristorante”, “piscina”, “bicicletta” e “pesce”. La creatività dei ragazzi è stata davvero all’altezza della prova. Andate a sbirciare tutti i video realizzati, anche quelli che non si sono qualificati, ingegno, ironia e creatività l’hanno fatta da padrone.

I qualificati, oltre ad aggiudicarsi la possibilità di raggiungere la Sicilia e la nostra cantina, hanno potuto scegliere una bottiglia da presentare alla cieca all’intero gruppo, cercando di piazzare la propria etichetta tra quelle più votate e vincere così l’edizione del Blind, oltre a raccontare il bello e il buono del Made in Italy del vino e della propria regione di provenienza.

Per l’azienda sono state due giornate di intenso scambio di vedute e condivisione, vissute con un gruppo splendido, che ha regalato momenti profondi, esilaranti e di allegria che scalda il cuore.

Li ringraziamo per il grande entusiasmo e per la voglia di confrontarsi e imparare insieme e grazie, soprattutto, ai due “papà” di un evento che, tra i molti obiettivi, ha proprio l’incontro, il conoscersi di persona, il portare il confronto dall’on line all’off line, creare una rete di professionisti e appassionati da tutta Italia, per poi stringere un legame che va oltre la relazione social, per dare vita a una community attiva e in continua espansione.

Ringraziamo anche Renzo Bonomi, per la splendida scultura in rame creata appositamente per l’occasione, e Mureddu Sugheri per i gadget marchiati Tenuta Gorghi Tondi. Infine, ringraziamo i partner del glamping Wind Resort, a Campobello di Mazara, che ha ospitato i partecipanti in una struttura ricettiva decisamente fuori dal comune.

A immortalare con le immagini queste due giornate, abbiamo avuto il piacere di ospitare un grande fan di Gorghi Tondi, Giacomo Moceri, fotografo, creator digitale e fondatore di “SicilianSays”, un profilo Instagram seguitissimo che spiega il siciliano a chi vuole avvicinarsi non solo alla cultura, ma anche alla lingua, alle tradizioni e ai luoghi della nostra splendida isola.


Torna #appuntamentoaltramonto, l’aperitivo estivo di Gorghi Tondi

L’estate è ormai arrivata, e con lei torna in Contrada San Nicola, a Mazara del Vallo, l’appuntamento con la bellezza. È l’aperitivo al tramonto delle sorelle Sala, organizzato ogni giovedì sul prato della cantina di famiglia, con vista sui vigneti aziendali e sul Mar Mediterraneo.

La bella stagione si sa, è il momento migliore per andare in giro per vigne e cantine, ad ammirare i grappoli d’uva ormai cresciuti, in tutto il loro splendore, e a degustare il frutto delle precedenti annate, in attesa del momento più bello, quello della vendemmia.

L’estate è il momento della spensieratezza e della convivialità, il periodo perfetto per approfittare di qualche momento di relax, meglio se in buona compagnia a con un calice di vino tra le mani. Ecco perché, alle normali visite con degustazione che è possibile organizzare durante il resto dell’anno, Tenuta Gorghi Tondi ha deciso di affiancare l’appuntamento al tramonto, una modalità più leggera e disimpegnata di fare Enoturismo, per raccontare i propri vini e la tenuta di famiglia ai tanti viaggiatori italiani ed esteri che raggiungono Mazara del Vallo nei mesi estivi, alla scoperta di una Sicilia meno nota, e di itinerari turistici alternativi.

L’ora dell’aperitivo è solo un pretesto per immergersi nella bellezza di un panorama decisamente privilegiato e godersi lo spettacolo naturale del tramonto, che va in scena ogni giorno proprio davanti al portone della cantina.

La formula di #appuntamentoaltramonto prevede un aperitivo a settimana, nella giornata di giovedì a partire dalle 18:30, nei mesi di luglio e agosto.

Il ticket d’ingresso da 20 € a persona, da acquistare online sullo shop aziendale, comprende: un calice di vino (da scegliere tra quelli proposti per la serata), degli stuzzichini in abbinamento e la musica del DJ set. Durante l’evento, gli ospiti possono degustare e acquistare eventuali altri vini, alla mescita o direttamente in bottiglia, per aspettare, calici alla mano, il tuffo del sole nel Mar Mediterraneo

direttamente dal prato della cantina, con vista sugli alberi di ulivo e le vigne che digradano verso l’orizzonte.  

Gli appuntamenti al tramonto avranno inizio il 6 luglio prossimo, e andranno avanti fino a tutto il mese di agosto.

Ecco il calendario completo degli aperitivi con vista di Tenuta Gorghi Tondi:

  • 6 luglio
  • 13 luglio
  • 20 luglio
  • 27 luglio
  • 3 agosto
  • 10 agosto
  • 17 agosto
  • 24 agosto

Trovate tutti i dettagli, le modalità di prenotazione e acquisto sulla pagina dedicata del sito web aziendale cliccando qui.


Tenuta Gorghi Tondi: un 2023 all’insegna del rinnovamento su cui “mettere la firma”

Sono trascorsi oltre 20 anni dalla posa della prima pietra in Contrada San Nicola, a Mazara del Vallo, quando Michele Sala decideva con la moglie Doretta e le figlie di iniziare a imbottiglia­re la bontà e la bellezza circostanti. Oggi quel traguardo nella storia di Gorghi Tondi è motivo di grande orgoglio, e un punto fermo nei progetti futuri delle sorelle Sala.

Questo 2023 sarà un anno ricco di novità per Tenuta Gorghi Tondi, diventata “maggiorenne” da un punto di vista produttivo e consapevole di un’eredità che conta quattro generazioni di donne e oltre un secolo di storia.

Evoluzione e rinnovamento saranno le parole chiave di questo nuovo corso, iniziato negli ultimi anni con il restyling di alcune linee di prodotto e che ha visto nel Kheirè, annata 2021, la sua ultima concretizzazione.

Il bianco di punta dell’azienda, presentato in anteprima alle selezioni del Gambero Rosso nel 2022, è l’emblema di una presa di coscienza del fare che ha portato a una nuova veste grafica, ma soprattutto a un cambiamento produttivo che arricchisce la riserva aziendale da uve Grillo di un parziale passaggio in barrique nuove di rovere francese, per donargli ulteriore complessità. Una scelta che si è rivelata vincente e che ha fatto conquistare all’azienda l’ambito riconoscimento dei Tre Bicchieri della Guida Vini d’Italia.

Kheirè, espressione di benvenuto in greco antico, è il primo omaggio di Gorghi Tondi alla storia millenaria della Sicilia e all’epoca in cui l’isola era parte integrante della gloriosa Magna Grecia. Un nome che dalla prima vendemmia del 2006 racconta il più importante vino bianco di famiglia, prodotto dalla migliore selezione di uve Grillo coltivate guardando il Mediterraneo. Un vino che resta saldamente legato alle sue origini e ai luoghi in cui viene prodotto, rappresentati in etichetta

dai quattro anelli concentrici che, idealmente, rappresentano i laghi dell’omonima riserva naturale Lago Preola e Gorghi Tondi e, per estensione, l’acqua, simbolo di vita e rinascita.

Il bianco più longevo e strutturato della tenuta non è l’unico ad aver intrapreso questo viaggio verso la consapevolezza di sé. Anche il Rajàh, selezione della migliore vigna di Zibibbo, cambia veste e sposa ancora di più il terroir che lo circonda. Con la nuova annata 2022 campeggerà in etichetta il nautilus, uno dei fossili che è parte integrante dei terreni calcareo-sabbiosi della tenuta, capaci di regalare ai vini la caratteristica finezza e mineralità.

Come la conchiglia nautilus, anche la varietà Zibibbo arriva dal mare e si diffonde nel bacino del Mediterraneo con la dominazione araba; un chiaro riferimento alle diverse stratificazioni della cultura siciliana e a una dualità siculo-tunisina che a Mazara del Vallo, territorio in cui insiste l’azienda, è di casa. La peculiare forma a spirale del nautilus è molto diffusa nel mondo naturale e viene detta “sezione aurea”, una proporzione numerica di armonia e bellezza che da secoli incarna la perfezione, specie nell’arte, ed è simbolo di rinnovamento. Un rinnovamento che abbraccia anche il contenitore del bianco aromatico per antonomasia di Gorghi Tondi, con una silhouette ispirata alla bottiglia renana, ideale per i vini aromatici e per mettere ancora più in risalto le caratteristiche organolettiche di questo evergreen che profuma di agrumi, zagara e gelsomino.

Chiude questa carrellata di novità che riguardano le etichette premium aziendali il nuovissimo rosso della famiglia Sala, anzi delle “SorelleSala”. Questo è infatti il nome scelto per il rosso più importante, che racconta l’unione simbolica di due sorelle, di due personalità, di una eredità comune, ma anche di due vigneti, e che andrà a sostituire gli attuali cru rossi, Sorante e Segreante.

SorelleSala è l’emblema di un nuovo approccio alla filosofia aziendale, forte di vigneti che oggi superano i trenta e i quarant’anni di età. Un rosso riserva suadente e strutturato, ottenuto dalla migliore selezione di uve Nero d’Avola unite ad altre varietà, che matura lungamente in barrique di rovere francese per esprimere la sua naturale eleganza.

È un vino che rappresenta la maturità nel percorso intrapreso agli inizi degli anni duemila da Annamaria e Clara, alla guida dell’azienda di famiglia con l’obiettivo di realizzare il sogno di Michele e Doretta, e dimostrare la straordinaria pluralità vitivinicola della Sicilia sud-occidentale. Una doppia “S” rappresentata al centro della nuova etichetta che unisce i volti stilizzati delle due sorelle, e che riecheggia le iniziali dei due rossi citati pocanzi, di cui questo vino è l’evoluzione e la somma, oltre alle iniziali del nome Sala. Un’etichetta che parla di cambiamento e afferma la grande determinazione di due donne, forti della loro esperienza, che decidono di metterci la faccia e anche la firma.

Ed è proprio la firma a fare da trait d’union tra questi tre vini. Annamaria e Clara Sala è il “sottotitolo” che contraddistingue queste tre nuove etichette, ribattezzate per l’occasione SIGNATURE, prendendo in prestito dalla lingua di Shakespeare un termine che racchiude in sé l’idea di segno distintivo e la parola “natura”, concetto legato a filo doppio con l’essenza stessa di Gorghi Tondi.

I vini SIGNATURE verranno presentati ufficialmente al pubblico a Verona, durante l’imminente 55a edizione di Vinitaly. Inoltre, sarà possibile degustare il nuovo Kheirè Grillo Riserva 2021 allo speciale evento “Tre Bicchieri al Vinitaly” in programma domenica, 2 aprile, al PalaExpo, dalle 11:00 alle 16:30 presso la Sala Argento. Tenuta Gorghi Tondi sarà presente al Vinitaly, dal 2 al 5 aprile 2023, al Padiglione 2 Sicilia, presso lo stand 35 D.


UFFICI A MARSALA

Tenuta Gorghi Tondi s.a.s
via Sanità 29 B, 91025 Marsala (TP)
Tel. +39 0923 719741
Fax +39 0923 711881
Partita IVA: 01983130814
PEC: gorghitondi@pec.it

CANTINA E VIGNETI A MAZARA DEL VALLO

C.da San Nicola, 91026 Mazara del Vallo (TP)
Tel. +39 0923 657364
info@gorghitondi.it

VISITE E DEGUSTAZIONI IN CANTINA

C.da San Nicola, 91026 Mazara del Vallo (TP)
Cell. +39 351 0930988
enoturismo@gorghitondi.it

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google