– BLOG –


Tre Bicchieri del Gambero Rosso al Kheirè Grillo

(da redazione GamberoRosso.it del 13 settembre 2022)

Il nostro Kheirè Grillo, annata 2021*, il primo vino bianco, prodotto nel 2006, dalla migliore selezione di uve Grillo nella nostra tenuta di famiglia, ottiene il prestigioso riconoscimento dei Tre Bicchieri del Gambero Rosso nell’edizione 2023 della guida ai Vini d’Italia.

Siamo felici e orgogliose per un premio che va alla nostra varietà simbolo, e soprattutto a tutto il nostro “Dream Team”, che ha sognato insieme a noi e ha lavorato instancabilmente per raggiungere questo importante risultato.

Questo premio è dedicato a tutti noi e a chi ci guarda sempre da lassù.

Annamaria e Clara Sala

Scoprite in questo articolo l’anteprima Tre Bicchieri 2023 e tutti i migliori vini della Sicilia.

*La nuova annata del Kheirè, che cambierà veste, come potete vedere in questa immagine di anteprima della nuova etichetta, e avrà delle novità anche in ambito produttivo, non è ancora in commercio e sarà disponibile nel 2023.


Cantine tra mare e archeologia

(di Maria Cristina Castellucci su In Viaggio n. 289 di ottobre 2021)

Sta per calare il sipario sulla vendemmia 2021 e c’è ancora tanto fermento nelle cantine di tutta Italia. Si tratta del periodo migliore, grazie anche alle temperature più miti, per andar per cantine. Ed è proprio in Sicilia che ci porta il mensile In Viaggio,  alla scoperta di siti archeologici, riserve naturali e una grande varietà di vitigni autoctoni e internazionali, tra Mazara del Vallo ed Erice, passando per Marsala.

Leggi di più

Abbiamo tutti bisogno di un po’ di rosa

Il Babbìo si tinge di rosa, in un’edizione a tiratura limitata (appena 6.000 bottiglie) all’insegna dell’ottimismo e della spensieratezza. È un inno gioioso alla ripartenza e alla speranza nel futuro dopo due anni dai toni decisamente più cupi.

Il vino frizzante da agricoltura biologica di Tenuta Gorghi Tondi resta fedele all’originale, fresco, fragrante e vivace, e si veste dei toni della frutta estiva, delle sfumature del tramonto in riva al mare e dei fenicotteri, che in questo periodo popolano le oasi naturalistiche della Sicilia occidentale.

Leggi di più

Le “Tre Stelle” della Guida Oro di Veronelli

È la “Guida Oro” del Seminario Permanente Luigi Veronelli, erede degli storici cataloghi pubblicati da Luigi Veronelli sin dagli anni ’50, e ogni anno premia i «capolavori enologici» delle migliori aziende italiane.

Quest’anno assegna le Tre Stelle (quei vini che si sono guadagnati almeno 90 punti durante le fasi di degustazione) a due delle nostre etichette, il Rajàh 2019 Zibibbo Sicilia DOC e il Meridiano 12 Zibibbo Sicilia DOC, sempre annata 2019, al suo primo esordio nella Guida Oro I Vini di Veronelli per l’edizione 2021. Stesso punteggio e riconoscimento anche per il nostro Grillodoro 2016, Terre Siciliane IGP, unico vino muffato da varietà Grillo prodotto in Sicilia.

Leggi di più

Midor 2019 “Vino Slow” per la guida Slow Wine

Il Midor da Cataratto in purezza, l’unica etichetta prodotta da questa antica varietà siciliana, è il nostro vino del cuore, la bottiglia che riunisce letteralmente la nostra famiglia, con le iniziali dei due sognatori che hanno concepito Tenuta Gorghi Tondi, Michele Sala e Doretta Tumbarello, i nostri genitori.

Ecco perché quando la guida Slow Wine, edizione 2021, lo premia con il suo riconoscimento più importante, “Vino Slow”, non possiamo che emozionarci per il nostro “vino di famiglia”. Mai come quest’anno, questo premio è per te papà ❤️.

Leggi di più

Grillodoro: il muffato unico al mondo

Sapevate che Tenuta Gorghi Tondi produce un vino unico nel suo genere, anzi “unico al mondo”, nato con le prime vendemmie in tenuta?

Nei primi anni 2000, a ottobre inoltrato, nel vigneto di Grillo affacciato sul mare, a pochi metri dal Mediterraneo, una particolare muffa ricopriva lentamente i grappoli rimasti sulla pianta. Per un occhio poco abituato si trattava di semplice muffa, da contrastare con tempestività per salvaguardare le viti prima dell’inverno.

In realtà, quel sottile strato di Botrytis cinerea, il fungo responsabile del fenomeno, era un’assoluta rarità in Sicilia. A riconoscere la cosiddetta “muffa nobile” fu il nostro enologo, Tonino Guzzo, che qualche anno prima aveva assistito a quell’evento fuori dal comune in un altro vigneto dell’isola.

Fu lui a proporre a Michele Sala di vinificare quelle uve così speciali e di produrre, nelle annate migliori, un vino da vendemmia tardiva, l’unico muffato Made in Sicily. Era il 2006 e così nasceva il Grillodoro.

Si tratta di un vino raro e inconsueto, a tiratura limitata e ottenuto da una vendemmia in più passaggi, in cui si raccolgono pochi grappoli o addirittura qualche acino al giorno. Se ne producono poche migliaia di bottiglie all’anno, immesse sul mercato non prima di tre anni e mezzo dalla vendemmia. È un vino espressione della grande versatilità del Grillo, il vitigno principe all’interno della tenuta, qui vinificato dolce.

È un vino avvolgente, solare, generoso, con una leggera nota salina, perfetto per regalarsi una coccola e accompagnare i dolci o un bel tagliere di formaggi. Scopritelo anche sullo shop online e nei nostri pacchetti di degustazione.


La comunicazione del vino attraverso il design delle etichette: SorelleSala

“SorelleSala” è il nome scelto per il rosso più importante della tenuta di famiglia, a Mazara del Vallo, che fa il suo debutto con l’annata 2020.

Un vino che racconta dell’unione simbolica di due sorelle, Annamaria e Clara Sala, di due personalità, di una eredità comune, ma anche di due vigneti, uno da Nero d’Avola e l’altro da Syrah, in Contrada Ramisella, utilizzati per produrre due etichette che hanno fatto la storia di Tenuta Gorghi Tondi, Sorante e Segreante.

SorelleSala è l’emblema di un nuovo approccio alla filosofia aziendale, iniziato nel 2022, forte di vigneti che oggi superano i trenta e i quarant’anni di età. Si tratta di un vino rosso riserva, suadente e strutturato, ottenuto dalla migliore selezione di uve Nero d’Avola unite al Syrah e ad altre varietà internazionali, maturato lungamente in barrique di rovere francese per esprimere la sua naturale eleganza.

È un vino che rappresenta la maturità nel percorso intrapreso agli inizi degli anni duemila da Annamaria e Clara, alla guida dell’azienda di famiglia, con l’obiettivo di realizzare il sogno di Michele e Doretta, e dimostrare la straordinaria pluralità vitivinicola della Sicilia sud-occidentale. Una doppia “S”, rappresentata al centro dell’etichetta, unisce i volti stilizzati delle due sorelle, e riecheggia le iniziali dei due rossi delle origini sopra citati, di cui questo vino è l’evoluzione e la somma. Un’immagine che parla di cambiamento e afferma la grande determinazione di due donne, forti della loro esperienza, che decidono di “metterci la faccia” e, in questo caso specifico, anche la firma.

Proprio la firma fa da trait-d’union tra il SorelleSala e le altre due etichette accomunate dal nome SIGNATURE, Kheirè Grillo e Rajàh Zibibbo. “Annamaria e Clara Sala” è il sottotitolo che le contraddistingue, prendendo in prestito dalla lingua di Shakespeare un termine che racchiude in sé l’idea di segno distintivo e la parola “nature”, natura, concetto legato a filo doppio con l’essenza stessa di Gorghi Tondi.

L’etichetta, creata ex novo per l’occasione, è impreziosita da piccole lavorazioni-gioiello, per metterne in evidenza il valore simbolico e affettivo e risultare importante e d’impatto agli occhi del consumatore. Da una parte l’oro a caldo utilizzato per lo stemma di famiglia, il nome del vino e la firma delle due sorelle, dall’altra l’utilizzo dell’oro a caldo colato utilizzato per i contorni dei volti di Annamaria e Clara, arricchiti da un’ulteriore lavorazione, la serigrafia lucida a rilievo, per evidenziare la bocca e gli occhi dei volti. La carta che fa da tela a questo ritratto di famiglia fa parte della Gamma Cotton della Avery Dennison.

SorelleSala nasce da un’idea di Annamaria Sala, da un’illustrazione di Caterina Saverino, dalla progettazione grafica di Alias Communication and Design e dalla stampa di Auroflex Srl.

Ecco il video promozionale realizzato per il lancio del SorelleSala, presentato all’edizione 2023 di Vinitaly, realizzato da Cristiano Cannella per Commers.it.


“Il vino lo abbiniamo noi”: la nuova rubrica di Tenuta Gorghi Tondi

Avete mai pensato di rendere ogni pasto un’esperienza indimenticabile?! La nostra rubrica “Il vino lo abbiniamo noi” è fatta apposta per i commensali più curiosi.

A partire dal 22 febbraio, scriveteci il vostro menu e lasciate che il nostro sommelier vi consigli l’abbinamento perfetto con i vini di Tenuta Gorghi Tondi.

Che si tratti di pianificare una cena romantica oppure un pranzo con gli amici, fatevi stupire da accostamenti che esalteranno i sapori dei vostri piatti e delizieranno il vostro palato. Non importa se siete già esperti di vino e accostamenti al cibo o se siete dei principianti curiosi, gli esperti di Tenuta Gorghi Tondi sono a vostra disposizione per guidarvi attraverso un viaggio sensoriale che renderà ogni boccone e ogni sorso un’esperienza indimenticabile.

Scrivete il vostro menu nei commenti di Facebook o Instagram, in DM, oppure inviateci un messaggio a marketing@gorghitondi.it, e preparatevi a scoprire nuove sfumature di gusto con i nostri consigli.

Ogni due settimane pubblicheremo il menu da voi proposto, l’abbinamento con i vini Gorghi Tondi e una delle ricette pensate per il menu, sulla base delle vostre indicazioni. Non vediamo l’ora di cominciare!


Tenuta Gorghi Tondi ospita il 15° Blind Blogger Tasting

È stato il baglio di famiglia e i suoi incantevoli dintorni, incastonato tra l’omonima oasi del WWF, Lago Preola e Gorghi Tondi, e la costa mediterranea, ad accogliere il 15° Blind Blogger Tasting, lo scorso 21 e 22 ottobre, una competizione nazionale in cui wine lover professionisti e amatoriali assaggiano rigorosamente “alla cieca” vini da vitigni autoctoni provenienti da diverse regioni d’Italia.

Un mese di ottobre particolarmente estivo ha accolto i 16 partecipanti che, per guadagnarsi un posto in questo ristretto panel di degustazione, hanno dovuto superare l’ormai proverbiale contest creato ad hoc dai due storici organizzatori dell’evento, il sommelier ed enotecario Fabio Gobbi e il sommelier Francesco Bonomi.

Per questa edizione le regole erano semplici: presentare un video di 15 secondi (!) sul proprio profilo Instagram scegliendo e mostrando un vino rosso che, secondo il parere dei partecipanti, potesse essere definito “estivo”, citando obbligatoriamente nel video realizzato le parole “rosso estivo” e “blind blogger tasting” e i termini bonus “gatto”, “ristorante”, “piscina”, “bicicletta” e “pesce”. La creatività dei ragazzi è stata davvero all’altezza della prova. Andate a sbirciare tutti i video realizzati, anche quelli che non si sono qualificati, ingegno, ironia e creatività l’hanno fatta da padrone.

I qualificati, oltre ad aggiudicarsi la possibilità di raggiungere la Sicilia e la nostra cantina, hanno potuto scegliere una bottiglia da presentare alla cieca all’intero gruppo, cercando di piazzare la propria etichetta tra quelle più votate e vincere così l’edizione del Blind, oltre a raccontare il bello e il buono del Made in Italy del vino e della propria regione di provenienza.

Per l’azienda sono state due giornate di intenso scambio di vedute e condivisione, vissute con un gruppo splendido, che ha regalato momenti profondi, esilaranti e di allegria che scalda il cuore.

Li ringraziamo per il grande entusiasmo e per la voglia di confrontarsi e imparare insieme e grazie, soprattutto, ai due “papà” di un evento che, tra i molti obiettivi, ha proprio l’incontro, il conoscersi di persona, il portare il confronto dall’on line all’off line, creare una rete di professionisti e appassionati da tutta Italia, per poi stringere un legame che va oltre la relazione social, per dare vita a una community attiva e in continua espansione.

Ringraziamo anche Renzo Bonomi, per la splendida scultura in rame creata appositamente per l’occasione, e Mureddu Sugheri per i gadget marchiati Tenuta Gorghi Tondi. Infine, ringraziamo i partner del glamping Wind Resort, a Campobello di Mazara, che ha ospitato i partecipanti in una struttura ricettiva decisamente fuori dal comune.

A immortalare con le immagini queste due giornate, abbiamo avuto il piacere di ospitare un grande fan di Gorghi Tondi, Giacomo Moceri, fotografo, creator digitale e fondatore di “SicilianSays”, un profilo Instagram seguitissimo che spiega il siciliano a chi vuole avvicinarsi non solo alla cultura, ma anche alla lingua, alle tradizioni e ai luoghi della nostra splendida isola.


Torna #appuntamentoaltramonto, l’aperitivo estivo di Gorghi Tondi

L’estate è ormai arrivata, e con lei torna in Contrada San Nicola, a Mazara del Vallo, l’appuntamento con la bellezza. È l’aperitivo al tramonto delle sorelle Sala, organizzato ogni giovedì sul prato della cantina di famiglia, con vista sui vigneti aziendali e sul Mar Mediterraneo.

La bella stagione si sa, è il momento migliore per andare in giro per vigne e cantine, ad ammirare i grappoli d’uva ormai cresciuti, in tutto il loro splendore, e a degustare il frutto delle precedenti annate, in attesa del momento più bello, quello della vendemmia.

L’estate è il momento della spensieratezza e della convivialità, il periodo perfetto per approfittare di qualche momento di relax, meglio se in buona compagnia a con un calice di vino tra le mani. Ecco perché, alle normali visite con degustazione che è possibile organizzare durante il resto dell’anno, Tenuta Gorghi Tondi ha deciso di affiancare l’appuntamento al tramonto, una modalità più leggera e disimpegnata di fare Enoturismo, per raccontare i propri vini e la tenuta di famiglia ai tanti viaggiatori italiani ed esteri che raggiungono Mazara del Vallo nei mesi estivi, alla scoperta di una Sicilia meno nota, e di itinerari turistici alternativi.

L’ora dell’aperitivo è solo un pretesto per immergersi nella bellezza di un panorama decisamente privilegiato e godersi lo spettacolo naturale del tramonto, che va in scena ogni giorno proprio davanti al portone della cantina.

La formula di #appuntamentoaltramonto prevede un aperitivo a settimana, nella giornata di giovedì a partire dalle 18:30, nei mesi di luglio e agosto.

Il ticket d’ingresso da 20 € a persona, da acquistare online sullo shop aziendale, comprende: un calice di vino (da scegliere tra quelli proposti per la serata), degli stuzzichini in abbinamento e la musica del DJ set. Durante l’evento, gli ospiti possono degustare e acquistare eventuali altri vini, alla mescita o direttamente in bottiglia, per aspettare, calici alla mano, il tuffo del sole nel Mar Mediterraneo

direttamente dal prato della cantina, con vista sugli alberi di ulivo e le vigne che digradano verso l’orizzonte.  

Gli appuntamenti al tramonto avranno inizio il 6 luglio prossimo, e andranno avanti fino a tutto il mese di agosto.

Ecco il calendario completo degli aperitivi con vista di Tenuta Gorghi Tondi:

  • 6 luglio
  • 13 luglio
  • 20 luglio
  • 27 luglio
  • 3 agosto
  • 10 agosto
  • 17 agosto
  • 24 agosto

Trovate tutti i dettagli, le modalità di prenotazione e acquisto sulla pagina dedicata del sito web aziendale cliccando qui.


Tenuta Gorghi Tondi: un 2023 all’insegna del rinnovamento su cui “mettere la firma”

Sono trascorsi oltre 20 anni dalla posa della prima pietra in Contrada San Nicola, a Mazara del Vallo, quando Michele Sala decideva con la moglie Doretta e le figlie di iniziare a imbottiglia­re la bontà e la bellezza circostanti. Oggi quel traguardo nella storia di Gorghi Tondi è motivo di grande orgoglio, e un punto fermo nei progetti futuri delle sorelle Sala.

Questo 2023 sarà un anno ricco di novità per Tenuta Gorghi Tondi, diventata “maggiorenne” da un punto di vista produttivo e consapevole di un’eredità che conta quattro generazioni di donne e oltre un secolo di storia.

Evoluzione e rinnovamento saranno le parole chiave di questo nuovo corso, iniziato negli ultimi anni con il restyling di alcune linee di prodotto e che ha visto nel Kheirè, annata 2021, la sua ultima concretizzazione.

Il bianco di punta dell’azienda, presentato in anteprima alle selezioni del Gambero Rosso nel 2022, è l’emblema di una presa di coscienza del fare che ha portato a una nuova veste grafica, ma soprattutto a un cambiamento produttivo che arricchisce la riserva aziendale da uve Grillo di un parziale passaggio in barrique nuove di rovere francese, per donargli ulteriore complessità. Una scelta che si è rivelata vincente e che ha fatto conquistare all’azienda l’ambito riconoscimento dei Tre Bicchieri della Guida Vini d’Italia.

Kheirè, espressione di benvenuto in greco antico, è il primo omaggio di Gorghi Tondi alla storia millenaria della Sicilia e all’epoca in cui l’isola era parte integrante della gloriosa Magna Grecia. Un nome che dalla prima vendemmia del 2006 racconta il più importante vino bianco di famiglia, prodotto dalla migliore selezione di uve Grillo coltivate guardando il Mediterraneo. Un vino che resta saldamente legato alle sue origini e ai luoghi in cui viene prodotto, rappresentati in etichetta

dai quattro anelli concentrici che, idealmente, rappresentano i laghi dell’omonima riserva naturale Lago Preola e Gorghi Tondi e, per estensione, l’acqua, simbolo di vita e rinascita.

Il bianco più longevo e strutturato della tenuta non è l’unico ad aver intrapreso questo viaggio verso la consapevolezza di sé. Anche il Rajàh, selezione della migliore vigna di Zibibbo, cambia veste e sposa ancora di più il terroir che lo circonda. Con la nuova annata 2022 campeggerà in etichetta il nautilus, uno dei fossili che è parte integrante dei terreni calcareo-sabbiosi della tenuta, capaci di regalare ai vini la caratteristica finezza e mineralità.

Come la conchiglia nautilus, anche la varietà Zibibbo arriva dal mare e si diffonde nel bacino del Mediterraneo con la dominazione araba; un chiaro riferimento alle diverse stratificazioni della cultura siciliana e a una dualità siculo-tunisina che a Mazara del Vallo, territorio in cui insiste l’azienda, è di casa. La peculiare forma a spirale del nautilus è molto diffusa nel mondo naturale e viene detta “sezione aurea”, una proporzione numerica di armonia e bellezza che da secoli incarna la perfezione, specie nell’arte, ed è simbolo di rinnovamento. Un rinnovamento che abbraccia anche il contenitore del bianco aromatico per antonomasia di Gorghi Tondi, con una silhouette ispirata alla bottiglia renana, ideale per i vini aromatici e per mettere ancora più in risalto le caratteristiche organolettiche di questo evergreen che profuma di agrumi, zagara e gelsomino.

Chiude questa carrellata di novità che riguardano le etichette premium aziendali il nuovissimo rosso della famiglia Sala, anzi delle “SorelleSala”. Questo è infatti il nome scelto per il rosso più importante, che racconta l’unione simbolica di due sorelle, di due personalità, di una eredità comune, ma anche di due vigneti, e che andrà a sostituire gli attuali cru rossi, Sorante e Segreante.

SorelleSala è l’emblema di un nuovo approccio alla filosofia aziendale, forte di vigneti che oggi superano i trenta e i quarant’anni di età. Un rosso riserva suadente e strutturato, ottenuto dalla migliore selezione di uve Nero d’Avola unite ad altre varietà, che matura lungamente in barrique di rovere francese per esprimere la sua naturale eleganza.

È un vino che rappresenta la maturità nel percorso intrapreso agli inizi degli anni duemila da Annamaria e Clara, alla guida dell’azienda di famiglia con l’obiettivo di realizzare il sogno di Michele e Doretta, e dimostrare la straordinaria pluralità vitivinicola della Sicilia sud-occidentale. Una doppia “S” rappresentata al centro della nuova etichetta che unisce i volti stilizzati delle due sorelle, e che riecheggia le iniziali dei due rossi citati pocanzi, di cui questo vino è l’evoluzione e la somma, oltre alle iniziali del nome Sala. Un’etichetta che parla di cambiamento e afferma la grande determinazione di due donne, forti della loro esperienza, che decidono di metterci la faccia e anche la firma.

Ed è proprio la firma a fare da trait d’union tra questi tre vini. Annamaria e Clara Sala è il “sottotitolo” che contraddistingue queste tre nuove etichette, ribattezzate per l’occasione SIGNATURE, prendendo in prestito dalla lingua di Shakespeare un termine che racchiude in sé l’idea di segno distintivo e la parola “natura”, concetto legato a filo doppio con l’essenza stessa di Gorghi Tondi.

I vini SIGNATURE verranno presentati ufficialmente al pubblico a Verona, durante l’imminente 55a edizione di Vinitaly. Inoltre, sarà possibile degustare il nuovo Kheirè Grillo Riserva 2021 allo speciale evento “Tre Bicchieri al Vinitaly” in programma domenica, 2 aprile, al PalaExpo, dalle 11:00 alle 16:30 presso la Sala Argento. Tenuta Gorghi Tondi sarà presente al Vinitaly, dal 2 al 5 aprile 2023, al Padiglione 2 Sicilia, presso lo stand 35 D.


Come sarà la vendemmia 2022?

Come in tutti gli appuntamenti ciclici che si rispettino, è di nuovo tempo di vendemmia in Tenuta Gorghi Tondi. La vendemmia 2022 è iniziata già dai primi giorni di agosto, in particolare con le uve Grillo da destinare alla base spumante del nostro Palmarès, e giorno dopo giorno stiamo monitorando l’andamento delle maturazioni delle altre varietà presenti nei vigneti aziendali, approfittando di qualche assaggio furtivo di uva Zibibbo, buonissima anche da mangiare, come quella immortalata in foto!

Lo stato di salute delle viti in questo inizio di vendemmia è molto ottimistico. L’andamento meteorologico di giugno e luglio ha impedito lo sviluppo di crittogame e parassiti. Le piante stanno bene e non hanno sofferto lo stress idrico. Sfruttiamo le caratteristiche del nostro areale: vicinanza al mare (quindi temperature di qualche grado più basse) e risorse idriche per far fronte alle esigenze delle piante.

Il forte caldo, segno evidente e innegabile del cambiamento climatico in corso, con estati così calde e con una carenza idrica importante, devono sicuramente darci da pensare e spingerci a cercare un nuovo equilibrio in vigna. Pensare, ad esempio, a leggeri diradamenti al fine di riequilibrare la pianta e non indurla a stress severi. D’altro canto, non possiamo non evidenziare come una situazione come quella di quest’anno permetta di ottenere uve sane senza la necessità di intervenire con mezzi di controllo per i patogeni.

Dal canto nostro, affrontiamo la sfida del climate change, delle alte temperature e della siccità abbastanza preparati, essendo cresciuti con una tradizione nel fare viticoltura. Affondando la memoria nel nostro passato possiamo cogliere tecniche di coltivazione che permettono di ottenere uve di buona qualità anche in annate così sfavorevoli per l’apporto idrico. In generale, il patrimonio genetico delle nostre cultivar sicuramente è più plastico nell’adattarsi a queste condizioni. È una sfida che ci trova pronti dato il grande sforzo che stiamo compiendo negli ultimi anni nel valorizzare i nostri vitigni autoctoni autoctoni.

Se dovessimo, a oggi, fare una previsione su questa vendemmia 2022, possiamo affermare che la produzione subirà pochi scostamenti rispetto all’anno scorso. Per il secondo anno consecutivo, abbiamo un’estate molto calda e quindi anche a livello qualitativo confidiamo di ottenere risultati postivi e in linea con quelli del 2021.


Medaglie al Kheirè e Midor al CMB 2022

(di Marco Sciarrini su Cronachedigusto.it del 1 giugno 2022)

Kheirè 2020 e Midor 2021 guadagnano rispettivamente un Oro e un Argento al Concours Mondial de Bruxelles!

I bianchi tradizionali del nostro territorio, ottenuti da uve Grillo e Catarratto, sono sui gradini più alti del podio della manifestazione che, da quest’anno ha in programma ben quattro tornate di degustazione, focalizzate rispettivamente su vini rosati, bianchi e rossi, spumanti e dolci e fortificati.

L’edizione 2022 del concorso, tra i più importanti a livello internazionale, si è tenuta in Calabria e lo scorso 1 giugno ha reso noti i risultati delle degustazioni dedicate alla speciale sessione dedicata ai vini bianchi e rossi.

Scoprite i nostri vini e le altre etichette siciliane premiate nell’articolo integrale su Cronachedigusto.it.


Il nuovo Ziller 47 degustato da Wine Meridian

(di Giovanna Romeo su WineMeridian.com del 20 maggio 2022)

È un vino nuovo, estremamente moderno nel gusto ma allo stesso tempo custode delle consuetudini dell’agro trapanese, capace di raccontare in una chiave di lettura d’ispirazione pre-britannica la cultura di un territorio e la bellezza di un vitigno come il Grillo.

Così Giovanna Romeo su Wine Meridian racconta il nostro nuovissimo Ziller 47, il vino bianco da uve Grillo, non fortificato, lungamente affinato in botte grande per 11 anni, ispirato alla tradizione e al nostri terroir e dedicato a Michele Sala, padre fondatore di Tenuta Gorghi Tondi.

Leggete l’articolo completo qui.


UFFICI A MARSALA

Tenuta Gorghi Tondi s.a.s
via Sanità 29 B, 91025 Marsala (TP)
Tel. +39 0923 719741
Fax +39 0923 711881
Partita IVA: 01983130814
PEC: gorghitondi@pec.it

CANTINA E VIGNETI A MAZARA DEL VALLO

C.da San Nicola, 91026 Mazara del Vallo (TP)
Tel. +39 0923 657364
info@gorghitondi.it

VISITE E DEGUSTAZIONI IN CANTINA

C.da San Nicola, 91026 Mazara del Vallo (TP)
Cell. +39 351 0930988
enoturismo@gorghitondi.it

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from - Youtube
Vimeo
Consent to display content from - Vimeo
Google Maps
Consent to display content from - Google